Toscanain
Toscanain

Associazione senza fini di lucro nata per allargare la rete relazionale e aumentare le opportunità professionali

 
EVENTI
Indietro
 
Le Industrie Creative - Dal processo di creazione alla distribuzione di contenuti creativi - lun.16 maggio dalle 19.00
16 maggio 2011
ToscanaIN presenta un prestigioso evento con la media partnership di Mad in Italy! e il patrocinio del Comune di Firenze alle Murate (Firenze)

L’associazione ToscanaIN
con il patrocinio del Comune di Firenze
e la media partnership di Mad in Italy!
presenta il dibattito

Le Industrie Creative.
Dal processo di creazione alla distribuzione di contenuti creativi

 Lunedì 16 maggio dalle 19.00 alle 22.00
c/o Salone delle Murate in piazza delle Murate a Firenze
dibattito dalle 19.00 alle 20.30 seguito da apericena sino alle 22.00

Evento riservato ai soci tesserati ToscanaIN al costo di 10,00€ a persona. OBBLIGATORIA l'ISCRIZIONE all’evento da questa pagina (previa registrazione e login al sito associativo). Si potrà fare/rinnovare la tessera a ToscanaIN prima di accedere in sala (quota 2011 di 20,00€)

  •         Saluto di Giuliano da Empoli Assessore alla Cultura e Contemporaneità del Comune di Firenze
  • Introduzione teorica e coordinamento a cura di Silvia Fossati di COLORISED® (PM Campagna “Creative Economy Berlin”, 2008)
  • La pubblicità può essere considerata una forma d’arte? – Antonio Paolo Strategic Planner Milc / progetto Mad in Italy!
  • Creatività +  Ottimizzazione = Opportunità - Fabio Schoen Professore Università di Firenze e progetto KKT - Unexpected improvements
  • Disegnare e vendere moda: dal fashion design al concept store - Massimiliano Giannelli stilista e proprietario Societé Anonyme
  • Il Festival come veicolo e moltiplicatore della creatività musicale - Mauro Valenti Presidente di Fondazione Arezzo Wave Italia
  • Dall’idea al prodotto: il caso della lampada Re+” – Stefano Giovacchini artista/designer Di-segno e Fabia Romagnoli A.D. di Mariplast
  • Arte e cultura fotografica possono generare profitti?” - Claudio De Polo Presidente di Alinari24ORE
Alle 20.30 inizia l’apericena di networking curata dal bistrot Gilda locale convenzionato con ToscanaIN che ha pensato per l’occasione il seguente menu creativo: Rustici al tonno, Olive verdi e scorza di mandarino, Focaccina con crema di crescenza e pomodori datterini appassiti, Tartine di pane al latte con speck, Spuma densa di avocado e anana, Tabbouleh con  frutta secca, pinoli e melone, Panzanella croccante con ramerino e tacchino al curry, Terrina di vitello tonnato e vinsanto, Spiedini di frutta caramellata e Crostata di barbabietole e menta. Il tutto accompagnato da acqua e vino.

***
In the Creative Economy, the most important intellectual property isn’t software or music or movies. It’s the stuff inside employees’ heads." (P. Coy, Special issue 2000 Business Week)
 
... Dal presupposto che la nuova ricchezza economica sta "nelle teste dei lavoratori", la definizione ad oggi più calzante per il concetto di Industrie Creative è stata stilata dal DCMS Department for Culture, Media and Sport di Londra, individuandole come ‘quelle industrie che hanno origine nella creatività, competenza e talento individuali in grado di generare ricchezza e lavoro tramite la proprietà intellettuale’.
Da qui è possibile identificare delle caratteristiche comuni a tutti i settori creativi (Advertising, Architettura, Arte & Antichità, Computer & Video Games,, Design, Film & Video, Moda, Musica, Performing Arts, Radio-TV, Software)e tracciare una catena di produzione del valore universale per le industrie creative, in cui la proprietà intellettuale fa da punto di partenza e discriminante, distinguendo in economia creativa in senso stretto (concezione e progettazione di contenuti creativi), e economia creativa in senso lato (produzione, commercializzazione, diffusione e altre attività connesse, quali quelle di fornitori o produttori dei beni di supporto necessari a rendere possibili la distribuzione e la fruizione dei beni creativi).
Sulla base di questi concetti, saranno messi a confronto nel consueto format ToscanaIN "creativi", in rappresentanza del nucleo di partenza delle industrie creative, da un parte, e di rappresentanti delle altre fasi della catena del valore delle industrie creative, senza dimenticare le istituzioni che fanno da cornice e regolatori.
Gli interventi metteranno in luce gli aspetti creativi, in alcuni casi non coscientemente considerati tali, delle rispettive professioni per provare a dare un riflesso, seppur parziale data la vastità del settore, di come nascono i contenuti creativi, come vengono sviluppati, realizzati, valorizzati, distribuiti e fruiti, nonché le eventuali problematiche che incontrano e peculiarità relative al territorio toscano / italiano.
 
Progetto Mad in Italy!
Madin Italy! è una campagna che ha la finalità di far capire ai pubblici più vasti, quanterealtà imprenditoriali di livello ci siano in Italia e quanto, nonostante le difficoltà oggettive dello scenario attuale, dedicarsi alla propria azienda sia, per molti imprenditori, una missione della vita, portando avantiidee di impresa apparentemente folli ma di successo. L'idea è quella di raccontare le storie di imprenditori italiani del passato e del presente che diventano dei veri e propri testimonial del progetto.
Per sapere di più, vai su www.progettomadinitaly.it

Le Industrie Creative - Dal processo di creazione alla distribuzione di contenuti creativi - lun.16 maggio dalle 19.00
 
ShareThis
ARCHIVIO EVENTI
2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010